c’era una volta

C’era una volta un libro, che si chiamava Palace of the end, che è un’opera teatrale, che racconta tre storie che nascono in Iraq durante la guerra, ch’è una guerra che porta i biologi inglesi a inventare prove di armi mai esistite, ed è una guerra che distrugge le vite di qualsiasi persona, come anche degli attivisti politici iracheni. Ed è una guerra che porta una soldatessa americana a farsi fotografare con prigionieri di guerra al guinzaglio, incapace di capire dove finisce il bene e dove il male, anche nella “lotta contro il male” che in quegli anni aveva colmato gli Stati Uniti d’America. È una cosa che succede in tutte le guerre, non capire bene dove devi fermarti, dove è il “male” nella tua stessa parte.

Adesso la guerra sta svoltando, i soldati americani stanno tornando a casa, e cose del genere non succedono più, nel mondo, giusto?

Giusto. Ma un’amica mi ha fatto notare che bisognerebbe dirlo anche a Edel Abergil, all’esercito israeliano, e a quei poveracci che subiscono tutti i giorni umiliazioni simili, o peggiori. Edel è una ragazza che durante la naja nell’esercito israeliano s’è fatta un paio di foto con dei prigionieri palestinesi bendati sullo sfondo. Poi le ha pubblicate su Facebook. Per la cronaca: l’album in cui erano contenute le foto si chiama «Esercito: il miglior periodo della mia vita», e lei dice due cose molto interessanti. La prima: «ancora non capisco cosa c’è che non va» nel fare e mostrare quelle foto (anche se, appena saputo che un monte di gente stava male per foto come quelle, le ha tolte, e che ben magnanima). La seconda:

«I did not humiliate those detainees. I didn’t hit them, I didn’t act toward them unpleasantly. It’s completely different than the American soldier some are trying to compare me to.

This is something that happens every day in the army, especially at bases like this.»

Cose così succedono tutti i giorni nell’esercito, ma per favore non paragonatemi a quella soldatessa americana, siamo diverse. Qualcuno lo dica a Judith Thompson, ché il suo Palace of the end va riscritto e aggiornato alla vita di tutti i giorni.