non è male

Leggo che anche quest’anno lo stipendio di Steve Jobs è stato di un simbolico dollaro (più 248mila dollari di spese di lavoro rimborsate dall’azienda, più 5,5milioni di azioni che hanno guadagnato il 60% di valore – le azioni ce le ha da che è tornato ad Apple nel 1997, non ne ha mai venduta una). Quello che mi stupisce di più è leggere questo passaggio dall’articolo dell’Huffington Post:

Top Apple executives, including Jobs, are employed at will, without severance or employment agreements, tax reimbursements or supplemental retirement benefits. The company also does not provide perks to the executives other than those available to non-executive employees, according to the filing.

Cioè, a parte Tim Cook cui han sganciato 5milioni per aver tenuto la baracca in pieni nel 2009, agli alti dirigenti spettano gli stessi benefit che hanno gli impiegati normali (se ho tradotto correttamente il passaggio). Non è male.

(Tra l’altro, se non sbaglio, da quando s’è comprato la Pixar l’ha mantenuta coi soldi suoi, visto che non è che guadagnassero granché fino al primo Toy Story.)

Comments are closed here.