il casino dell’Egitto

Non entro nel merito: guardo e sto attento. Guardo anche quello che fanno i siti dei quotidiani e di news: tutti, grossomodo, mettono l’Egitto in primo piano: in Italia, Il Giornale si fa riconoscere.

Ti propongo una rapida comparazione tra alcune importanti testate. Puoi cliccare sulle schermate per ingrandire: sono schermate prese tra le 12.40 e l’una circa di oggi, domenica 30 gennaio 2011.

New York Times:


Los Angeles Times:


BBC:


CNN:


France24:


Newsweek (che in primo piano affronta la cosa dal punto di vista degli USA, ma comunque):


Ansa:


AdKronos:


Il Sole 24 Ore:


Il Corriere della sera:


La Repubblica:


Il Giornale:


E poi, pochi minuti dopo, il capolavoro: l’auto-refresh della pagina del Giornale porta un nuovo articolo in primo piano, così l’Egitto passa dal secondo al terzo posto. Indovina un po’ il tema del nuovo articolo in primo piano?

C’è qualcosa che non va.
(A latere, cruccio grafico: ma è necessaria la pubblicità di “Win for live” sotto alla testata?)

al lupo! al lupo!

(L’Ansa, oggi, domenica 19 settembre 2010.)

Erano talmente pericolosi che mentre l’Ansa e tutti i giornali italiani aprivano con la notizia degli attentatori del Papa, la BBC ce l’aveva come terza o quarta notizia, adesso non ricordo (purtroppo non ho fatto uno screenshot della successione di notizie sul sito della BBC, giorni fa).

al papa, al papa!

Il candidato esamini le differenze nel tono (e nei contenuti degli incipit, aggiungo) dei seguenti articoli giornalistici.

Ansa:

L’articolo inizia con:

LONDRA – Volevano assassinare il Papa: un brivido di orrore ha turbato la visita di Benedetto XVI in Gran Bretagna.

BBC:

L’articolo inizia con:

A sixth man has been arrested in London by police in relation to a potential threat to Pope Benedict XVI’s visit.