storia di una stagione

Molto, molto bello questo libro di poesie della cara Lucilla Galanti. Sì, Lucilla è un’amica. Sì, l’editore per il quale è uscito il suo primo libro è un amico. Però lei scrive bene: e questo a prescindere dalla nostra amicizia. E ha uno stile unico nel raccontare le cose.

Sì, consiglio queste 70 pagine pubblicate da Perrone.

a Faenza, la settimana scorsa

Il 23 aprile è la giornata mondiale del libro. La mia opinione è che le “giornate di”, in generale, siano delle vaccate: però nel 2009 mi hanno telefonato dalla Radio e TV svizzera perché, proprio per la giornata mondiale del libro, volevano una voce nuova sull’argomento e inutile pareva loro una cosa nuova e meritevole di attenzione. Io, per dirti, non sapevo neanche che il 23 aprile fosse la giornata mondiale del libro. L’intervista venne registrata per essere, nel caso, ripresa nelle loro trasmissioni, e fu imbarazzante. Non sapevo come esprimere il rapporto di inutile col “libro”. Un rapporto marginale eppure stretto, e come cazzo faccio a spiegartelo al telefono in due minuti? Alla fine l’intervistatrice, molto simpatica, mi chiese: «Senta signor Scandolin, ma perché fate quello che fate? perché fate una cosa come inutile, che non è il vostro lavoro, non vi porta guadagni… come mai?» E io risposi: «Perché è la cosa giusta da fare».

M’immagino le algide risate in redazione, lassù in Svizzera. Non sono stato avvertito di nessuna messa in onda, quindi dubito abbiano fatto qualcosa di quell’intervista, se non ridere a crepapelle tra una pausa e un servizio (vero). Continue reading →

sconto sui libri di Intermezzi, Neo, Sognatori

Da oggi i soci di INUTILE » associazione culturale possono acquistare i libri del catalogo di Intermezzi Editore, Neo•Edizioni, I Sognatori col 10% di sconto: basta fornire il numero della propria iscrizione all’atto dell’ordine. (I numeri di iscrizione vengono forniti all’atto dell’iscrizione.)

La fregatura? I libri devono avere almeno 6 mesi di vita, sennò non vale: lo sconto non si applica alle “novità”. E, altra fregatura, gli editori che contattate potrebbero chiedere conferma della validità della vostra iscrizione: una mossa normale e giusta, e spero che non ve la prendiate. Comunque, diremo loro soltanto “sì” o “no”. Come all’altare. Ah: lo sconto vale sugli acquisti online, eseguiti sul sito degli editori che ci vogliono bene.

Per tutte le informazioni che potrebbero venirvi in mente, scriveteci. Se volete iscrivervi sotto l’impulso di cotanta occasione, questa è la pagina giusta.

i libri che mi porto dietro

E morirono tutti felici e contenti, a cura di Massimo Avenali: da leggere un pezzettino ogni sera.

Un sogno dentro a un sogno, vol. 3: l’ultimo episodio di una bella serie di antologie.

Febbre a 90′: perché Hornby è sempre Hornby.

Ritratto di giovane artista: perché è stata una delle ultime cose che mi ha regalato mio padre (forse addirittura: l’ultima). E per spezzare il patetismo dell’ultima frase, ti dico anche che il titolo originario è: “Portrait of the artist as a young dog”.

Il socialismo dal volto umano: l’autobiografia di Alexander Dubcek.

Flegias

Dice giustamente Aldo che per combattere l’editoria a pagamento (95 volte su 100 sinonimo di schifezze) servono gesti piccoli e concreti, come sostenere le case editrici non-a-pagamento, se hanno un catalogo degno di questo nome. Allora intanto ti segnalo la casa editrice Flegias, che non conoscevo: se riesci a superare il sito, ch’è un bel cazzotto negli occhi, potrebbe essere una di quelle cose che merita esser tenuta d’occhio.

Lapsus a Roma

L’amico Aldo Moscatelli con il caro Flavio Pagani saranno sabato a Roma, ospiti della libreria Rinascita Agosta, in compagnia di Monica Ferraccioli, per presentare Lapsus. Il libro merita, l’autore pure, Aldo è un mito… fai un po’ te.

(Via blog dei Sognatori.)