per capirsi

Il reato di lesa maestà per me è una troiata. De André è morto e sacro? No, anzi. Però sticazzi: a chi è venuto in mente di realizzare questo album, prendendo la voce di De André e piazzandoci sotto la London Symphony Orchestra? (E Battiato, in questa versione di Anime salve?) Ribadisco, non è lesa maestà, ma due cose ben diverse. In primo luogo, il caro vecchio adagio: quello che funziona, non serve che lo ripari. E poi: la pochezza del risultato.

(Per la cronaca: no, non l’ho comprato, ho ascoltato l’anteprima di ciascuna canzone, raccogliendo poi i coglioni che m’erano caduti.)