C’erano voluti due mesi per ritornare all’onor del mondo. Due mesi di loden e manovre, di noia e ricevute fiscali. Due mesi per nascondere i politici di lungo corso sotto il tappeto o in un resort delle Maldive. Due mesi per far dimenticare il peggio di noi: la faciloneria, la presunzione, la fuga dalle responsabilità. E invece con un solo colpo di timone il comandante Schettino ha mandato a picco, assieme alla sua nave, l’immagine internazionale che l’Italia si stava ricostruendo a fatica.

Massimo Gramellini stamattina.

Mo’ tocca pure difendere Berlusconi. Avrà aperto molte porte, avrà spinto dentro molte persone: ma siamo un paese formato da tante persone buone e tanti stronzi, e spesso gli stronzi vincono e/o finiscono dove gira il potere. Anche senza Berlusconi: è così da sempre.