Uno splendido approfondimento sul papà di Helvetica, Neue Haas Grotesk, e la storia del cammino dalla versione a stampa a quella digitale del carattere più famoso del mondo. Un articolo incredibile per tutti quelli che, come me, sono maniaci (amatoriali) della tipografia.

(Scoperto grazie a quel genio di Erik Spiekermann.)