Una parte del problema con Superman e gli altri eroi più vecchi, ma anche con quelli più recenti, è che sembra non esserci un senso di consequenzialità nelle loro vicende. Sono solo storie a sé.

Gerry Conway, che gli amanti del fumetto americano ricorderanno come storico sceneggiatore dell’Uomo Ragno, in una bellissima intervista pubblicata in italiano su Conversazioni sul fumetto.

Dategli. Ascolto. Cazzo.