‘cause I’m leaving here tomorrow

Joe Hewitt è uno sviluppatore davvero in gamba: tra le altre cose che ha fatto c’è l’app per iPhone di Facebook, un must-have per tutti quelli che hanno un iPhone e un profilo Facebook.

Se ne va da Facebook per diventare uno sviluppatore indipendente: che farà?

Build tools. “[T]ools for writers, designers, programmers, whatever,” he writes. “Wherever people are using computers to turn their ideas into reality, I want to help.” That sounds awesome.

Buona fortuna Joe, e mi raccomando.

(via ReadWriteWeb)

con questo chiudiamo la questione, eh?

Ecco perché diceva che ero stato a Belluno, e invece non c’ero stato.

The location data that researchers are seeing on the iPhone is not the past or present location of the iPhone, but rather the locations of Wi-Fi hotspots and cell towers surrounding the iPhone’s location, which can be more than one hundred miles away from the iPhone.

(da qui)

da lì a là

Da questo:

a questo:

A causa d’un malfunzionamento al microfono (morto da un momento all’altro), che mi ha obbligato a portare il cucciolotto in assistenza. Ci rivediamo tra due settimane, piccolo.

visto che va di moda

No, ecco, l’unico problema è che nella zona di Belluno non ci sono andato, ecco.

Se ti interessa la mia: il problema non è che l’iPhone sappia dove sono quando lo uso. Lo sa l’iPhone, non lo sa Apple, eh. Ci sono applicazioni che lo richiedono – Twitter, Maps, cagate varie. Pare che poi questi dati servano a un eventuale tecnico per verificare alcuni parametri, tipo la potenza del segnale cellulare. Bon. Il problema è che questi dati rimangono “per sempre”: questi sono i miei movimenti da agosto 2010 a oggi. Perché non tenerli solo per un mese? Due mesi? Robe così.

E poi: no, non mi spaventa che il mio telefono o il mio computer sappiano queste cose, e se arriva un ladro o un hacker aiuto. Nel mio computer ci sono le email degli ultimi 6 anni. Tutti i documenti di inutile, molti miei documenti bancari e finanziari. Secondo te devo preoccuparmi del backup dei geotag dell’iPhone?

Ah: il geotag si può disabilitare, al volo:

Basta fare tap sul primo tasto, e ualà:

Passato il mal di testa.

iPhone 4

La prima cosa che percepisco è che è più sottile del 3G che avevo fino all’altro giorno. Di poco, ma sono riusciti a farlo più sottile di qualche millimetro. Poi l’accendo ed è lo schermo la seconda cosa che mi abbaglia: la risoluzione è fantastica ed è esattamente quello che Apple ha promesso, un’esperienza d’uso incredibile. (Al punto che le icone e le immagini di alcune app, pensate e sviluppate per i precedenti iPhone, vengono smagliate dal nuovo Retina Display.) E poi c’è una terza chicca, di cui in realtà non mi accorgo subito anche se avrei potuto e dovuto: iPhone 4 visualizza tutti i messaggi di posta, gli sms, tutti i caratteri “di sistema” in Helvetica Neue, mentre i precedenti iPhone (anche quelli su cui gira iOS 4.x) visualizzano tutto iin Helvetica. Il risultato è una nitidezza nelle scritte, nei messaggi e nelle email che abbinata alla risoluzione dello schermo fa prender paura, da quanto bene si legge. Questa macchina è un gioiellino.

(L’unica cosa per la quale non sento un guadagno è il multitasking, ma amen. Invece il backup, quando si collega il dispositivo al computer, è molto più rapido del 3G.)

proviamo anche da qui

Se questo funziona, sono cazzi tuoi: posso postare anche da iPhone.

aggiornamento: sì, so’ cazzi tuoi.