il problema dei giornali italiani

Okay, dunque a quanto pare sono tutti d’accordo su questo “incubo terrorismo” (definito attendibile, credibile eccetera) con particolare riferimento alla capitale e a New York.
Viene dunque da domandarsi perché il New York Times abbia come primo titolo “Obama Challenges Congress on Job Plan”, e il Washington Post “‘You should pass this jobs plan right away’”. Viene anche da domandarsi perché entrambi dedichino, in effetti, spazio alla questione: ma lo fanno senza fanfare, a metà homepage, e soprattutto con una precisazione chiave: unconfirmed. (continua a leggere sul blog di Giorgio Fontana)

A leggere il blog di Flavio Parisi, pare successe la stessa cosa col terremoto in Giappone: qui tutti a gridare alla fine del mondo, lì molto più sobri.

la terra è piatta!

Più di 500 anni dopo che le persone istruite avevano abbandonato la concezione della terra come “cosa piatta” e avevano accettato la concezione sferica del nostro pianeta, un demente di nome Orlando Ferguson, sedicente esperto di cose bibliche (e, immagino, leggermente credente fanatico) ha pubblicato un libro intitolato “La Terra piatta e immobile”, con mappa allegata.

Quella mappa adesso è finita alla Biblioteca del Congresso. Be’, da vedere dev’essere ganza.